Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile.
Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.

Area riservata ai soci

Effettua il login

Username *
Password *
Rimani connesso

La tutela della privacy 2.0: collaborazione tra tecnologia e diritto

Location : Milano

Recenti sviluppi delle Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni (ICT) applicate all’internet hanno resa inadeguata la regolamentazione vigente per quanto riguarda la tutela della privacy. Pur essendo il tema largamente dibattuto e oggetto di attività regolatoria, esso non sembra avere lo stesso livello di priorità (in particolare da parte dei nativi digitali) rispetto ad altre tematiche poste dalla rete, come il diritto all’accesso. Social Media, Motori di Ricerca e Servizi Cloud emergono fra i maggiori responsabili tecnologici del gap regolatorio in tema di privacy. Essi pongono il Diritto di fronte a nuove sfide dettate da nuove esigenze. Quella di garantire la tutela della privacy nel corretto equilibrio con i diritti di accesso all’informazione e di comunicazione volontaria d’informazioni proprie. Quella di adeguarsi alla natura globale della rete e all’ubiquità dell’informazione, superando i confini nazionali con una normativa multinazionale. Infine quella di predisporsi ai prevedibili ulteriori sviluppi tecnologici. La ricerca tecnologica a sua volta ha davanti a sé la sfida di fornire nuovi strumenti utili a tutelare la privacy, consentendo allo stesso tempo il corretto equilibrio citato, e a facilitare contestualmente sia la regolamentazione, sia lo sviluppo di nuove aree di business legate al trattamento dei dati personali. Sicurezza informatica, autenticazione, oblio dei dati, trasmissione sicura, tracciabilità, storage, sono aree nelle quali l’innovazione tecnologica è attesa fornire nuove efficaci soluzioni di supporto ai diritti. Lo stesso Mercato Unico Digitale dell’UE non può prescindere dall’adeguamento delle normative in quest’area. Il trattamento dei dati personali e la revisione della direttiva e-privacy sono oggetto di una delle 16 azioni chiave della strategia per il DSM, recentemente annunciata dal Presidente Juncker e all’ordine del giorno della prossima riunione del Consiglio Europeo. La Giornata di Studio si propone di evidenziare questi temi, di mettere a confronto su di essi Diritto e Tecnologia e di prospettare una collaborazione fra i due ambiti per individuare soluzioni condivise. Si articolerà in interventi di operatori nei due ambiti, che presenteranno i rispettivi punti di vista, le più recenti iniziative intraprese per far fronte alle problematiche di competenza, i prevedibili sviluppi sia normativi (il nuovo regolamento UE fra questi), che tecnologici, che di servizi e di business. La GdS si concluderà con una tavola rotonda, che offrirà ai relatori e al pubblico un’occasione di confronto e di dibattito, nonché auspicabilmente di una sintesi condivisa sul da farsi.

Allegati:
Scarica questo file (0. Programma_Tutela della privacy 2.0_def.pdf)0.Programma[Tutela della privacy 2.0]707 kB
Scarica questo file (1.6 Maggi Privacy 2.0.pdf)1.6 Maggi Privacy 2.0.pdf[Presentazione Maggi]147 kB
Scarica questo file (2.6 Piroddi Privacy 2.0.pdf)2.6 Piroddi Privacy 2.0.pdf[Presentazione Piroddi]453 kB
Scarica questo file (4.6 Dionisi - Privacy 2.0.pdf)4.6 Dionisi - Privacy 2.0.pdf[Presentazione Dionisi]3807 kB
Scarica questo file (5.6 Parladori Privacy2.0.pdf)5.6 Parladori Privacy2.0.pdf[Presentazione Parladori]1013 kB
Scarica questo file (6.6 Zanero oblio.pdf)6.6 Zanero oblio.pdf[Presentazione Zanero]202 kB
Scarica questo file (Sintesi Privacy 2.0.pdf)Sintesi Privacy 2.0.pdf[Sintesi della giornata]1117 kB